VACCINI OBBLIGATORI PER LEGGE NEGLI ASILI DELL'EMILIA ROMAGNA

Vaccini obbligatori Regione Emilia Romagna Settembre 2017

Prende avvio la riforma dei servizi educativi 0 - 3 anni in Emilia Romagna

A partire da Settembre 2017 sarà vincolante per l'iscrizione ai servizi educati della Regione Emilia Romagna, esibire il libretto vaccinale. Un anno di transizione per permettere a molti genitori di adeguarsi alla nuova legge. Dopodiché per l'iscrizione ai nidi, sarà obbligatorio che i bambini abbiano effettuato le vaccinazioni contro tetano, difterite, poliomielite ed epatite B. Il progetto di legge, una novità in Italia, riforma i servizi educativi della Regione e introduce l'obbligatorietà vaccinale nella fascia 0 – 3 anni.

Un primo passo importante per contrastare la tendenza progressiva di molte famiglie a non vaccinare i propri figli. Infatti negli ultimi anni si era assistito ad un calo progressivo, sempre più preoccupante, sino a portare la copertura vaccinale sotto il 93,4% in tutte le ASL dell'Emilia Romagna, ad esclusione di Parma, Imola e Piacenza. I picchi più bassi si sono registrati nel territorio di Rimini, dove è molto attiva una nota associazione di anti-vaccinisti, con percentuali registrate del 87% nel 2015.

Il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, ha dichiarato "il presupposto è chiaro: abbiamo a cuore la salute dei bambini, a partire dai più deboli e dai più fragili. Dobbiamo tutelare, è nostro dovere, i bambini immunodepressi, affetti da gravi patologie, malati di tumore: vaccinando tutti proteggiamo anche loro, che ne hanno ancora più bisogno. Non vogliamo mettere vincoli inutili ma, al contrario garantire il massimo della salute alla nostra comunità. Siamo la prima Regione e farlo e lo facciamo con convinzione".